Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

I MIEI PASSATEMPI


Cucina

Fiori

Chiacchierino

Applicazioni

trecce lampada

Maglia

 

  brindisi-2.jpg

  Chiacchiere

 

  

 

 

Testo Libero

SDC11008

 

Una decorazione preziosa firmata D P






Ma se metto il naso fuori del mio giardino...........

Le rose del mio giardino 
Le rose del mio giardino


La pesca Paola esemplare unico dell'unico pesco del
mio giardino


Archivi

1 novembre 2011 2 01 /11 /novembre /2011 18:56

 

marmellata di melagrana 

 

Marmellata di melagrana 

 

 

 

 Come sono arrivata fin qui? Per una intuizione e per essermi trovata in casa  un gran cesto di melagrane. Il frutto è insolito per la marmellata perchè il risultato della sua elaborazione è liquido e, senza polpa di frutta, la marmellata è difficile da realizzare. Si può usare il fruttapec del quale sono piuttosto nemica perchè a me piace tutto quello che è naturale. Non che il fruttapec non lo sia perchè è un astringente che si ricava dalla frutta, ma è innaturale il risultato al quale si arriva usandolo. Innaturale perchè dall'aspetto gommoso. La marmellata invece deve avere un aspetto tra il solido e il fluido, insomma un aspetto da marmellata. Allora ho pensato alle mele che contengono pectina e ho agito..... Innanzitutto ho sbucciato le melagrane e le ho sgranate

  melagrana pelatamelagrana sgranata

 

Poi le ho frullate, schiacciate in un colino per eliminare l'interno coriaceo degli acini ed ho raccolto il succo in un contenitore di vetro adatto al microonde, ho sbucciato e ridotto a dadini tre mele e le ho aggiunte al succo

  melagrana frullataaggiungi mele

 

ho cotto  al microonde a 750w di potenza per dieci minuti poi  ho frullato tutto e, su un chilo di polpa e succo ,ho aggiunto 350 gr di zucchero 

melagrana e mela bollitamelagrana e mela frullata

 

ho mescolato bene per fare sciogliere completamente lo zucchero ed ho fatto bollire al microonde  mescolando ogni 10/15 m.  finchè la marmellata non ha raggiunto la consistenza giusta. Per saggiare la consistenza della marmellata basta far colare alcune gocce su un piatto e soffiarci sopra. Quando il liquido stenta a scorrere la marmellata è pronta. In questo caso sarà d'aiuto la pectina presente nelle mele.

Ottenuto il risultato desiderato ho scaldato in forno alcuni barattoli di vetro sterilizzati in precedenza, li ho riempiti di marmellata bollente, li ho chiusi bene e lasciati raffreddare. Il clic del coperchio che va in decompressione  avverte quando sono pronti per metterli in dispensa in attesa di essere usati per una profumatissima crostata.

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Liliana - in Cucina
scrivi un commento

commenti

ljerka 11/16/2011 19:32


Ciao Carissima!!Finalmente ti sei fatta viva con ricetta che appena potrei provo.Mi sembra una cosa deliziosa.Ma perche' abito cosi lontano????O forse meglio perche' mi ingrasso anche con le foto
virtuali.Smack....Bacio Ljerka!